Castellana Grotte, “Castellanese dell’anno”: la diciottesima edizione

Il premio “Castellanese dell’anno” è giunto alla sua diciottesima edizione e questa sera nella Sala delle Cerimonie del Palazzo Municipale si è svolta la cerimonia con cui sono state consegnate le targhe premio.

L’iniziativa, nata da un’idea del Circolo Pivot e sin dagli albori sposata dall’Amministrazione Comunale di Castellana Grotte, è diventa negli anni un appuntamento fisso del vasto panorama delle manifestazioni prenatalizie della città delle grotte. La cerimonia di consegna dei premi, alla presenza del presidente del circolo Pivot Federico Simone, del sindaco Francesco De Ruvo, degli assessori Luisa Simone, Maurizio Tommaso Pace, Vanni Sansonetti e Gianni Filomeno e del Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Caputo, ha visto un’ampia partecipazione.

Come da tradizione i premi sono stati suddivisi in differenti categorie:

Per la categoria “Castellanese dell’anno” è stato premiato il golfista Francesco Laporta salito agli onori delle cronache sportive dopo il settimo posto all’Open d’Italia e il trionfo al Grand Final del Challlenge Tour e della Road To Mallorca.

Per la categoria “Castellana nel cuore” è stato premiato il professor Nicola Senesi, insignito nel 2015 del titolo di Professore Emerito dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” con decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica, dopo circa 45 anni di insegnamento e ricerca da Professore Ordinario di Chimica del Suolo e altri insegnamenti di Chimica nella stessa Università. Tra i molteplici e rilevanti incarichi espletati dal prof. Senesi, ricordiamo la direzione dell’Istituto di Chimica Agraria negli anni ’90 e del Dipartimento di Biologia e Chimica Agroforestale e Ambientale negli anni 2000 e la Presidenza della European Confederation of Soil Science Societies ECSSS. Relatore di comunicazioni scientifiche, in Italia e all’estero a curato vari progetti di ricerca italiani e internazionali, coeditore di 23 volumi scientifici e autore di circa 500 pubblicazioni scientifiche molte delle quali in lingua inglese.

Per la categoria “Una vita per Castellana” il premio è andato al prof. Nino Bianco, per anni docente di letteratura italiana all’ITC “Luigi Pinto”, scuola nella quale è stato anche vicepreside. Nino Bianco, nel corso della sua vita, e lo è ancora tutt’ora, molto impegnato nella vita sociale, politica e sportiva della città. Ha ricoperto tra gli altri il ruolo di consigliere e assessore comunale. Attualmente è presidente e atleta della gloriosa associazione sportiva di tennis tavolo “Fiaccola” che fondò agli inizi degli anni sessanta. È inoltre presidente e cantore della Schola Cantroum “Don Vincenzo Vitti”.

Infine, novità di questa edizione la categoria “Castellana nella storia”, dove i premiati sono stati i tre giovani notai castellanesi Francesco Valente, Sergio Capotorto e Giovanna Dell’Erba. Un riconoscimento per tre giovani professionisti in un settore che per circa un secolo non aveva più annoverato tra le sue fila dei castellanesi.

Fonte: Comune di Castellana Grotte 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *