Domande entro il 20 novembre: buoni scuola per la frequenza delle scuole d’infanzia paritarie private convenzionate con il Comune

primaria

È in pubblicazione a questo link il bando per l’assegnazione di 347 buoni scuola dell’importo di 600 euro ciascuno a copertura parziale delle rette di frequenza per l’anno scolastico 2020/2021 presso le scuole dell’infanzia paritarie private convenzionate con il Comune di Bari.

La domanda di richiesta del buono scuola dovrà essere compilata utilizzando esclusivamente il modulo in distribuzione presso la ripartizione Politiche Educative Giovanili e del Lavoro – P.E.G.L. in via Venezia 41, oppure scaricabile dal sito del Comune di Bari.

La domanda, sottoscritta da uno dei genitori, dovrà essere inviata all’indirizzo PEC peg.comunebari@pec.rupar.puglia.it oppure consegnata direttamente al Comune di Bari – ripartizione Politiche Educative Giovanili e del Lavoro (via Venezia n. 41).

Le domande dovranno pervenire entro il termine del 20 novembre 2020.

I beneficiari dovranno rientrare nelle seguenti condizioni di ammissibilità:

  • nucleo familiare residente nel Comune di Bari
  • reddito ISEE compreso tra € 0 ed € 25.000 risultante da attestazione ISEE in corso di validità al momento della presentazione della domanda. È richiesto l’ISEE minorenni per i minori figli di genitori non conviventi.

Al fine della formazione della graduatoria, saranno considerati, a parità di reddito ISEE, i seguenti criteri di priorità:

  • famiglie con entrambi i genitori occupati                                                               punti 2
  • inserimento nelle liste d’attesa delle scuole di infanzia statali e/o comunali             punti 2

A parità di punteggio, si procederà mediante sorteggio.

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi alla ripartizione Politiche Educative Giovanili e del Lavoro: Caterina Valrosso – tel. 080/5773809; Lucia Cataldo – tel. 080/5773826.

Fonte: Comune di Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *